Yahoo! riapre a Microsoft?

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

La storia infinita tra Microsoft e Yahoo! riguardo l’acquisizione di quest’ultima da parte della prima, che sembrava definitivamente chiusa solo pochi mesi fa, sembra in queste ore prendere una piega nuova e imprevista a causa di alcuni rimescolamenti ai vertici della dirigenza della società californiana, a quanto pare favorevoli a farsi acquistare. E all’orizzonte spunta addirittura AOL e un accordo a tre.


Si sta trasformando in una vera e propria soap opera informatico-economica la storia del tentativo di acquisto di Yahoo! da parte di Microsoft. Nel 2006 il colosso di Redmond lanciò un’OPA di oltre 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Yahoo! al fine di acquisire know-how e unire le forze contro lo strapotere di Google e del suo motore di ricerca. All’epoca però Jerry Yang, co-fondatore del motore di ricerca, si oppose strenuamente all’acquisizione, rimandando tutte le offerte al mittente, anche dopo un rilancio di altri 5miliardi di dollari da parte di Microsoft che, a quel punto, si ritirò ufficialmente dalla trattativa. A quanto pare però la sdegnosa opposizione di Yang non era condivisa dal resto degli azionisti, i quali insorsero costringendo alla fine Yang a dimettersi e ad abbandonare la sua creatura.

A distanza di due anni è ora stato eletto il nuovo CEO, Carol Bartz la quale, scelta soprattutto in qualità delle sue doti di lungimiranza affaristica e fiuto tecnologico, sembrerebbe ben disposta a riaprire il colloquio con Microsoft. A quanto dicono le voci di corridoio infatti ci sarebbero già stati ripetuti incontri tra Steve Ballmer, CEO Microsoft, la stessa Bartz e Roy J. Bostock, chairman di Yahoo! Ma i rumors non si fermano qui e all’orizzonte si palesa, in un ruolo però non chiaro, anche AOL, visto che l’ultimo incontro tra i tre sopracitati si è tenuto presso il Time Warner Center (Warner infatti è proprietaria di AOL).

Le aziende interessate per il momento non confermano ma nemmeno smentiscono. Quel che è certo invece è che il mercato dell’advertising è sempre fiorente per quanto riguarda i motori di ricerca e Microsoft, secondo l’ultimo report ufficiale di AdGooroo, ha fatto nell’ultimo anno un vero e proprio balzo in avanti, aumentando le sue quote del 37 % e portandosi quindi al 15,8 % di share, subito dietro Yahoo!, che si attesta al 22,1 %. Benché entrambi siano numeri ancora molto lontani da quelli fatti registrare da Google, si può notare come Microsoft sia salita in pochissimo tempo (Live Search risale appena al 2006), portandosi alle spalle di un protagonista storico come Yahoo! L’unione tra i due, anche se a livello di meri numeri non spaventerebbe ancora Google, farebbe quindi senz’altro riflettere il gigante di MountainView sui possibili scenari di sviluppo futuri nell’ambito dei motori di ricerca e, soprattutto, sulle quote in gioco per quanto riguarda l’advertising.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati