Tele2 limita il P2P senza dirlo agli utenti e viene multata

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

P2P, croce e delizia dei nostri tempi informatici: delizia degli utenti, stanchi di essere spremuti come limoni dalle major che impongono prezzi ingiustificati ai propri prodotti e croce delle grandi multinazionali dello spettacolo, che non si rassegnano a vedersi sfuggire i guadagni che fino a ieri sembravano assicurati loro dal mercato discografico e dell’home entertainment. Per questo motivo l’associazione dei produttori musicali è impegnata da anni in una vera e propria crociata contro il P2P e gli utenti che ne fanno uso. Questa battaglia che fino a ieri in Italia arrivava solo di rimbalzo è giunta invece improvvisamente alla ribalta: Tele2 avrebbe infatti limitato l’erogazione dei suoi servizi agli utenti che fanno uso del P2P, solo che non l’ha comunicato ai propri clienti. Ora l’Antitrust multa la società, ma le associazioni dei consumatori non sono soddisfatte.

Appena un mese fa a tal proposito avevamo parlato dell’iniziativa presa dalla R.I.A.A. in Francia e negli USA di chiedere ai provider di limitare il traffico agli utenti che fanno uso del P2P. In quei paesi le associazioni di consumatori erano già insorte nei confronti di tale richiesta, giudicata illegale, in quanto non si potrebbe interrompere l’erogazione di un servizio regolarmente pagato. A sorpresa però scopriamo che tale iniziativa era già giunta anche nel Bel Paese: Tele2 infatti stava limitando già da qualche tempo l’erogazione del servizio ai propri clienti che fanno uso del P2P. Peccato però che i vertici dell’azienda l’avevano dichiarato ai giornali, ma non avevano mai informato adeguatamente i propri utenti. L’Antitrust quindi scoperta la magagna è intervenuta ed ha multato la società. Tutti felici e contenti allora? Non proprio. Le associazioni dei consumatori non sono soddisfate per vari motivi: anzitutto perché la cifra della multa inflitta a Tele2, sessantamila euro, è ritenuta, a ragione, ridicola per una società di quelle dimensioni, ma soprattutto si contesta il principio su cui è stata comminata la multa: essa infatti è legata alla mancata comunicazione dell’iniziativa all’utenza abbonata, non punisce quindi l’iniziativa in sé: questo significherebbe che in Italia, per il momento, ridurre un servizio che è pagato regolarmente è legale.

Negli USA invece tale pratica è stata condannata dall’Authority preposta alle comunicazioni, poiché minerebbe il principio della neutralità di Internet, i cui bit andrebbero trattati dai provider tutti allo stesso modo, senza discriminazioni o restrizioni di sorta. Viceversa per i provider il traffico generato dai P2P rappresenta un danno economico: nel mondo infatti circa il 50 % del traffico è generato da tale tipo di utilizzo, ma la banda ha un costo ed è quindi un bene limitato, se il P2P continua a crescere i provider non potranno aumentare infinitamente la banda erogata e questo porterebbe a una diminuzione della banda disponibile per gli altri usi, per cui le aziende chiudono volentieri i rubinetti agli utenti “fuorilegge”.
In tutto questo marasma legislativo l’unica autorità che potrebbe mettere ordine, stabilendo dei principi ad hoc, sarebbe l’Agcom (Autorità Garante delle Telecomunicazioni) ma ad oggi, nel nostro paese dai tempi burocratici biblici, essa tace ancora.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. fabio

    beh non è una novità per tele2 avere magagne e prendere in giro i clienti e ‘non lo dico da cliente’ ho detto tutto.

  2. Mila

    La compagnia tele2 è composta da un gruppo di grandi truffatori proprio nella sua completa disorganizzazione in caso di problematiche sulla linea e soprattutto per avere un servizio clienti a pagamento!!!

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati