Il futuro di Microsoft tra Windows 7, Commissione Europea e Netbook

Web e Business     Autore: Luigi Mango Aggiungi un commento

In queste ultime settimane abbiamo parlato molto di Microsoft, soprattutto per quanto riguarda il rapporto con la Commissione Europea, ma anche per il rilascio del nuovo sistema operativo Seven. A questi si aggiunge la notizia di poche ore fa, con cui il colosso di Redmond avrebbe deciso di unire Office Live Workplace e Windows Live (guida completa), senza dimenticare il motore di ricerca Live Search che completerà le funzionalità di quello che potrebbe dare vita ad una nuova piattaforma web, indiscrezioni parlano di un nuovo brand: Kumo, che in giapponese significa nuvola.

Tornando a Windows Seven, abbiamo avuto modo di parlarne approfonditamente a questo indirizzo, per andare incontro alle tante richieste di download, che nei primi giorni avevano addirittura causato il fermo del sito, Microsoft ha prolungato i termini per scaricare la versione beta sino al 10 febbraio. Ricordiamo che la validità di questa versione scade il primo agosto 2009.

Accennavamo prima alle nuove tensioni tra Microsoft e la Commissione Europea, anche questa volta, come già era accaduto in passato, il pomo della discordia è rappresentato dal browser Internet Explorer, giunto ormai all’ottava versione.

Il problema è sempre rappresentato dalla posizione dominante di Microsoft e della presunta violazione delle normative antitrust riguardanti la diffusione di Explorer, che è offerto come parte integrante di Windows. Una delle proposte arrivate da Bruxelles è quella di obbligare i produttori di computer ad offrire, sin dall’inizio, i propri PC con preinstallati tutti i maggiori browser. La risposta di Microsoft non si è fatta attendere, ed ha precisato che i produttori di PC sono sempre stati liberi di installare i software che ritengono necessari al corretto utilizzo dei propri computer.

La querelle continua, ma per Microsoft i problemi non sono finiti. L’avvento dei netbook, che hanno visto un’esplosione di modelli e di consensi per il 2008, di fatto ha posto fine alla lotta all’ultimo MHz ed alla potenza sempre crescente a disposizione dei PC. Questo, se da un alto ha aperto nuovi spiragli sul versante dei produttori di hardware, dall’altro ha messo in crisi Microsoft proprio nel momento più delicato della vita operativa di Vista, notoriamente assetato di risorse. L’opzione, per i produttori di netbook, a questo punto era di installare una distribuzione di Linux (per contenere anche i costi finali) o utilizzare il vetusto, ma tanto amato Windows XP, e cosi è stato.

Lo sviluppo inatteso dei netbook ha di fatto costretto Microsoft a concentrarsi su un sostituto veloce, leggero e stabile di Vista e di XP, ed ecco spuntare all’orizzonte Seven.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

3 Commenti

  1. Il futuro di Microsoft tra Windows 7, Commissione Europea e Netbook | L'angolo della condivisione

    [...] originale prelevato da Aggregatore WP-AutoBlog Share and [...]

  2. Darlington

    Beh, non vedo dove sarebbe il male: sul versante hardware, forse è la volta buona che ci si rende conto che gli octal-core da 61GHz vengono sfruttati, dall’utente medio, forse in decima parte (tradotto: a che serve un quad-core se poi la maggior parte degli utenti al massimo ci va su internet? :confused: )

    Dal versante software forse è la volta buona che incominciano ad ottimizzare, piuttosto che creare SO inutilmente esosi.

  3. Gianphoelix_7eventy8ight°

    Benissimo,era ora!
    Ormai la maggior parte di noi HA BISOGNO di “sistemi flessibili” del genere…altro che megacomputer tipo NASA…che ce ne facciamo !?!?!?
    Daccordo sul versante prestazioni ed impatto grafico…ma il TROPPO è TROPPO !!!
    Lunga vita al Windows Seven e speriamo che sia la volta buona!

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati