CFast, in arrivo l’evoluzione delle CompactFlash da Pretec

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Come annunciato al CES 2009, Pretec presenta la nuova evoluzione delle card CompactFlash, ora con interfaccia SATA per una velocità di punta di 375 MB/s.

 

Denominate CFast card, queste nuove memorie a stato solido sono capaci di raggiungere performance impensabili per le normali CF, mantenendo però lo stesso form factor. Quello che cambia è infatti l’interfaccia che passa da PATA a 133 MB/s a SATA da ben 375 MB/s. Le CFast saranno presto disponibili in quantità sul mercato ed il primo modello commerciale di Pretec dovrebbe essere in grado di raggiungere i 160 MB/s con una capacità di 32 GB, ne è prevista anche una versione a 64 GB. Anche se non raggiungerà all’inizio i limiti della specifica, già con questo transfer rate sarà tre volte più veloce delle attuali CF top di gamma in commercio.

La CFA (CompactFlash Association) ha già ratificato lo standard e le specifiche sono pronte per i produttori che volessero accingersi a seguire l’esempio di Pretec. All’interno delle CFast è previsto un singolo chip che fa da controller e il modulo flash vero e proprio, il tutto mantenendo le dimensioni delle CF ma con una piedinatura 7+17 pin dove il 7 pin trasporta il segnale ed il 17 provvede all’alimentazione ed al controllo.

Sebbene ancora sul mercato non esistano dispositivi in grado di avvalersi di questo nuovo standard per le memorie, Pretec si aggiudica intanto la palma per aver creato il più piccolo dispositivo SSD con interfaccia SATA, confidando comunque nella diffusione a breve dello standard CFast, specie nei settori dove le prestazioni non sono mai abbastanza.

Viene da pensare immediatamente al mercato delle reflex professionali, fin’ora impieganti memorie CF e che potrebbero presto pensare di adeguarsi alla sua evoluzione. Non bisogna dimenticare però possibili impieghi nei MID e negli UMPC, nei netbook e in tutti quei dispositivi embedded sfruttati nell’industria per le più diverse esigenze.

Si preannuncia dunque un futuro con memorie sempre più performanti e capienti ma, quello che tutti si auspicano, è che a ciò si abbini anche una riduzione nelle dimensioni. La velocità è una buona cosa ma se si riuscisse a far procedere gli sforzi in entrambe le direzioni sarebbe di certo preferibile. Chi si aspettava uno standard rinnovato in tutto e per tutto a quanto pare dovrà aspettare ancora, così chi vedeva nel formato SD il futuro delle memorie portatili a stato solido. Si resta con il CF a dettare legge, anche se, con l’introduzione delle CFast, potrebbe rimanerne giusto la parte che più si sperava di abbandonare: le dimensioni.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati