Capolavori dell’arte ad alta risoluzione… su Google Maps

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Dall’avvento di Internet, molti modi tradizionali di fare le cose sono diventati sempre più obsoleti. Ad esempio sta diventando sempre più inutile recarsi in una biblioteca, dover prendere l’auto o i mezzi, fare la fila, dover restare lì per consultare quello che ci serve. Idem per quanto riguarda l’acquisto di musica, ora comodamente disponibile in shop online. Ora cade anche l’ultimo tabù: anche l’arte diverrà disponibile sul Web per una consultazione. Dove? Su Google ovviamente.

L’arte era rimasta infatti forse l’ultima attività, assieme al viaggiare per vedere nuovi posti, che Internet non aveva ancora sostituito con un surrogato virtuale. Bene, ora invece il Museo del Prado di Madrid ha scannerizzato e rese disponibili migliaia di foto ad altissima risoluzione di alcuni dei suoi capolavori più famosi, che potranno quindi essere goduti comodamente da casa. Tre mesi di lavoro e 8200 fotografie: tanto è stato necessario alla società madrilena Mad Pizel per scannerizzare ad altissima risoluzione quattordici dei più prestigiosi quadri esposti presso il Museo del Prado. E quando diciamo altissima risoluzione intendiamo esattamente quello: 14 Gigapixel per ogni immagine, in modo da dare quindi così la possibilità di zoomare fin nei minimi particolari di ogni opera, per poterne apprezzare anche il lato tecnico: la pennellata ad esempio, il modo in cui i colori sono stati stesi, la matericità etc.

Il direttore del museo, Miguel Zugaza, osserva che l’immagine virtuale, per quanto di un realismo prodigioso, non può certo sostituire l’esperienza diretta dell’opera, ma costituisce indubbiamente una grande opportunità per studenti, appassionati e quanti non possano o non vogliano per qualsiasi motivo recarsi fino a Madrid per osservare da vicino i propri quadri preferiti.

Google ha preparato un’apposita pagina che permette ora l’accesso diretto al Museo del Prado, tramite Google Maps o Earth: con la prima applicazione è resa disponibile un’immagine al giorno, probabilmente per problemi di streaming dati dall’ospitare un’intera collezione in cui ogni immagine ha il peso che abbiamo detto; su Earth invece la collezione è disponibile per intero.

Sotto si può vedere un video dimostrativo, che comprende anche immagini del backstage.

Immagine anteprima YouTube

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati