Un cellulare per guardia del corpo

Gadget e Hi-Tech     Autore: Luigi Mango Aggiungi un commento

Leggendo l’editoriale de “La Stampa” che parla sulla funzione di rintracciamento ed allarme disponibile sui cellulari dotati di GPS, mi sono detto:”Finalmente un’applicazione realmente utile”.

L’idea è semplice ma, a mio modesto avviso, funzionale. Previo abbonamento (tutto sommato abbordabile), con un’azienda di sorveglianza, la Sicuritalia, sarà possibile mettersi in contatto con la loro centrale operativa, attiva 24 ore su 24 in caso di pericolo e non solo.

La richiesta di soccorso può avvenire premendo per un tot. di secondi un tasto predefinito del cellulare, anche in presenza del blocco di tastiera. A quel punto la centrale operativa attiva l’ascolto in modalità silenziosa e valuta il da farsi, allertando se necessario le forze dell’ordine. La localizzazione avviene tramite l’antenna GPS integrata nel cellulare.

Il sistema può essere utilizzato anche come salvavita, in caso di malore la procedura è simile, a quel punto gli addetti di Sicuritalia avvisano il servizio nazionale del 118 per i soccorsi del caso.

E’ previsto anche un sistema di “riconoscimento” per i falsi invii: se vi è stata una pressione involontaria del tasto e la centrale operativa ha il ragionevole dubbio che non vi sia un reale bisogno di aiuto, manda un segnale sonoro od una vibrazione al cellulare da cui è partita la chiamata; a quel punto l’utente deve inserire un codice predefinito per bloccare l’allarme, se questo non avviene si attiva l’ascolto automatico.

E’ facile immaginare il target di un servizio del genere, pensiamo alle persone che per lavoro tornano la sera tardi a casa, magari utilizzando i mezzi pubblici, a maggior ragione chi abita in periferia o in zone poco frequentate. Non dimentichiamo poi la categoria dei genitori con figli adolescenti che cominciano a stare fuori casa la sera. Senza sconfinare nella violazione della privacy cercando di ottenere informazioni sulla loro posizione (ma il mio dubbio personale rimane in tal senso se parliamo di un figlio), sapere che possono contare su un servizio di emergenza è comunque un sollievo, se non altro di natura psicologica.

L’abbonamento ha un costo di attivazione di 40 €, ed un abbonamento mensile di 9€, come ho anticipato in apertura, il costo è tutto sommato onesto, non fosse altro per garantire una protezione in più.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati