Palm presenterà il nuovo OS Nova al CES di Las Vegas

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Il mercato degli smartphone e dei PDA si sta facendo sempre più agguerrito e la distinzione ormai non è più così netta. Dopo il lancio di modelli evoluti tutto-fare e imponenti campagne di marketing che hanno spazzato via le opportunità di successo di molti produttori, la situazione attuale vede pochi modelli a contendersi un vasto bacino d’utenza. Palm è una delle aziende che più sta soffrendo del momento di crisi ma è pronta ad un ultimo tentativo di  ripresa. All’imminente CES di Las Vegas presenterà in blocco le suo nuove proposte, dotate di dotazione hardware rinnovata ma, cosa più importante, di un sistema operativo completamente riscritto che ne cambierà radicalmente anche l’interfaccia.

Il prossimo OS si chiamerà Nova ed andrà a rimpiazzare l’ormai vecchio Palm OS 5, uscito oltre sei anni orsono. Ormai non sono più i tempi d’oro di Pilot e Treo, quando ancora non si erano lanciati nella mischia concorrenti del calibro di RIM, Nokia ed Apple; servono soluzioni nuove, serve maggior attenzione alle necessità del cliente, c’è bisogno di una ventata d’aria fresca se si vuole sopravvivere. Palm, dopo una perdita di oltre 41,9 milioni di dollari nel primo trimestre fiscale del 2008, rischia di chiudere l’anno con un’entrata di 195 milioni di dollari contro i 366,9 di inizio 2008, una situazione che non lascia ben sperare sul futuro dell’azienda.

Nova sarà basato su Linux, vanterà un’interfaccia assolutamente nuova e risolverà molti dei problemi che affliggevano il vecchio Palm OS, primo fra tutti il supporto alle reti HSDPA che tutt’ora è una mancanza piuttosto grave. L’obiettivo è quello di creare una piattaforma di convergenza tra le doti multimediali dell’iPhone e la visione business-oriented dei terminali BlackBerry, una sorta di OS per tutte le stagioni che, stando alle previsioni di Palm, dovrebbe riuscire a conquistare almeno il 2% del mercato, dove ad esempio gli altri due contendenti si spartiscono il grosso dell’utenza al momento.

Stando alle voci che corrono per la rete, Nova dovrebbe poter funzionare sui consueti terminali come sulle mini-console da gioco, sui lettori portatili di e-book o sui lettori multimediali avanzati. A differenza del Palm OS, la spinta verso l’utilizzo a tutto tondo è il motore portante del progetto Nova, dedicato a tutto e a tutti, sperando di conquistare così la più ampia fetta di pubblico disponibile.

La scelta di assumere molti dipendenti ex-Apple si è fatta sentire però, come la casa della mela anche Palm adesso fa della segretezza una sua peculiarità, tenendo sotto stretto controllo qualsiasi fuga di notizie che potrebbe interessare la nuova strategia prima della presentazione al CES il mese prossimo. Nulla si sa per certo sulle funzionalità di Nova e altrettanto si può dire del nuovo parco hardware che verrà implementato sui prossimi modelli. Difficilmente si riuscirà a valutare la mossa di Palm prima dell’evento di Las Vegas e non rimane quindi che attendere qualche settimana per poter farsi un’idea più oggettiva delle potenzialità della strategia del produttore.

Che sia il canto del cigno di Palm? Speriamo sincerante di no. Palm ha sempre mostrato grandi capacità di rinnovamento ed ha lanciato molte idee interessanti sul mercato, sarebbe un peccato perdere una compagnia così valida per far posto agli ormai onnipresenti modelli tutta forma e poca sostanza che invadono gli scaffali dei negozi. Per il pubblico business sarebbe una grave perdita e lo sarebbe ancora di più per gli utenti, che si troverebbero a dover fare i conti su un oligopolio del mercato di pochissimi marchi, cosa che porterebbe inevitabilmente all’attuazione di una sorta di cartello commerciale atto a livellare i prezzi a piacimento.

Aspettiamo quindi di vedere se Nova sarà in grado di concorrere con  Apple, RIM, Nokia o con il novello Android, sperando al contempo che questa lotta senza esclusione di colpi porti veramente qualche beneficio anche agli utenti e non solo alle compagnie coinvolte nello scontro.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati