Il pentagono pensa di realizzare automi da guerra, ma rispettando le tre leggi di Asimov

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Pare che il Pentagono si stia interessando attivamente alla possibilità di realizzare robot da guerra, in grado di prendere decisioni in autonomia. Vi sembrano le premesse di film come Robocop o Terminator? Purtroppo non posso dirvi che vi sbagliate. In ogni caso i militari si stanno interrogando anche su come integrare in questi automi le celebri tre leggi della robotica, dettate dal famoso scrittore di fantascienza Isaac Asimov nel suo libro Io, Robot e dirette a stabilire dei limiti etici entro cui le macchine debbano operare senza danneggiare gli esseri umani. Ma è ovvio che chi pensa di realizzare una cosa del genere, in grado di uccidere sistematicamente e senza la minima emozione non si preoccupa di implementare quelle leggi a scopi umanitari: si tratta solo di riuscire a fare più danno al nemico che alle proprie truppe.

“Non stiamo parlando di un futuro lontano, ma di una realtà di domani, sulla quale è bene ragionare” è quanto dice Noel Sharkey, professore di intelligenza artificiale e robotica all’Università di Sheffield e cita gli eserciti israeliano e della Corea del Sud, che si sono già dotati di robot da guerra, seppur non androidi e non ancora autonomi nelle decisioni, lungo i propri confini. Si tratta di uno scenario sicuramente inquietante per non dire apocalittico, ma in ogni caso è ormai sicuro che i robot, nel bene o nel male, faranno sempre più parte del nostro quotidiano in un futuro ormai molto prossimo. Ci sono ad esempio già quattordici aziende in Giappone e in Corea del Sud che hanno messo a punto dei robot che si occupano dei bambini, o un’altra azienda giapponese che produce un automa chiamato MySpoon, in grado di dar da mangiare ad anziani e disabili.

Non tutte le applicazioni quindi sono fortunatamente pericolose e dubbiamente etiche, ma in ogni caso si tratta di comprendere bene oggi quali dovranno essere i rapporti tra noi e le macchine e dove la morale e l’etica si dovrà e potrà spingere, come sostiene anche Colin Allen, professore di filosofia della scienza presso la Indiana University e autore del libro “Moral Machines: Teaching Robots Right From Wrong”, per non trovarci domani davvero in un futuro da film di fantascienza.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Il pentagono pensa di realizzare automi da guerra, ma rispettando le tre leggi - PS3 World

    [...] hires British scientist to help build robot soldiers that ‘won’t commit war crimes’ – Telegraph Il pentagono pensa di realizzare automi da guerra, ma rispettando le tre leggi di Asimov | PcTuner B… __________________ Un ringraziamento Speciale a Kessen1 per la mia firma. Il mio Forum: [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati