Apple triBook: tre schermi per un portatile… forse

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Indubbiamente Apple ha sempre puntato molto su un design particolare per i propri prodotti. Che possa piacere o meno, è sicuramente uno dei motivi grazie al quale alcuni dei suoi modelli sono riusciti a imporsi con successo sul mercato. Prendiamo ad esempio il MacBook Air, un notebook di indubbia validità che ha fatto delle sue linee uniche il proprio maggior punto di forza per conquistare il cuore degli utenti. Sottilissimo e raffinato, l’Air costituisce ad oggi la proposta di punta di Apple per quanto riguarda la fascia di mercato costituita da chi vuole un buon laptop abbinato ad un’estetica ed una portabilità di alto livello.

L’Air non è certo perfetto, lo schermo non è grandissimo, l’hard disk ha una capacità piuttosto esigua, manca la connettività FireWire e non c’è posto per inserire un’unità ottica. Tutte queste mancanze sono ormai abbastanza conosciute e discusse dalla comunità degli utenti Mac e ormai sono in molti che si aspettano da un momento all’altro una risposta da Apple. Già pochi mesi fa la casa della mela aveva proposto alcuni prototipi che potrebbero a breve rimpiazzare il leggerissimo Air ma quella che andiamo a vedere oggi è l’ultima incarnazione del concetto di notebook di Apple.

Largo 25,4 cm, lungo 17,15 cm e spesso 2,54 cm, il triBook, così è stato soprannominato per ora il nuovo prototipo, non sembra brillare per dimensioni contenute. Anche le linee sembrano piuttosto squadrate e non spiccano per bellezza o eleganza. Che Apple abbia cambiato strategia? Non proprio. Si punta ancora alla resa d’effetto e basta aprire il triBook per accorgersi dell’innovazione portata da questo notebook. Tre schermi, di cui due ripiegabili sopra a quello centrale principale contraddistinguono l’idea che si poteva intuire già dalla denominazione del prodotto. Una volta dispiegati raggiungono la diagonale effettiva di 21”, offrendo oltretutto la possibilità di ruotare a piacimento, costituendo nel caso si rendesse necessario un più piccolo privacy-screen con i lati inclinati verso il cento.

Anche la dotazione hardware è rinnovata. Una CPU degna di un MacBook Pro, un drive ottico SuperDrive 8x, un hard disk finalmente di dimensioni considerevoli e una pletora di porte I/O a fare da ciliegina sulla torta del nuovo modello di Apple.

A breve nei negozi? Purtroppo no. Il concept è stato realizzato da MacLife e non una parola ufficiale o ufficiosa è trapelata dalla casa ufficiale. Quindi siamo davanti ad una realizzazione basata su una pura congettura, piuttosto fantasiosa e ben progettata ma pur sempre un modello che rimarrà con tutta probabilità un sogno irrealizzato. Chissà però che qualcuno, anche al di fuori di Apple. Non prenda spunto per un eventuale modello da commercializzare.

Sul sito MacLife sono disponibili altre ingengose quanto fantasiose realizzazioni tutte basate sullo stile Apple, per gli amanti del genere.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Apple triBook: tre schermi per un portatile… forse | GrabberNews.com

    [...] … [Continua a leggere…] [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati