Amanti del sesso virtuale? A Natale regalatevi la cybertuta!

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Siete di quelli che passano le ore notturne intrattenendosi allegramente (si fa per dire) col sesso in rete, magari virtuale? Avete creato apposta un avatar gigolò su Second Life e vi siete dedicati unicamente a collezionare rapporti sessuali con tutte le donne (almeno si spera che siano tali anche nella realtà) che vi capitano a tiro? Bene, siete proprio dei fortunati, perché Natale si avvicina e potreste magari farvi regalare questa cyber tuta che promette di rendere reali gli stimoli… virtuali. Certo, sarebbe meglio non chiederla alla vostra compagna o ai vostri genitori… scrivete direttamente a Babbo Natale, magari lui è più comprensivo.

La tuta in questione è stata sviluppata da un certo Kevin Alderman, sedicente personaggio, a quanto pare già noto nel settore e soprannominato “il re del cybersesso” per i gadget (per il momento solo virtuali) che vende. Parrebbe che recentemente Alderman sia riuscito a mettere a punto un prototipo di tale tuta che dovrebbe permettere, a chi la indossa, di provare le sensazioni che sta vivendo il proprio avatar sullo schermo. Per il momento il modello è ancora pesante, ingombrante e difficile da indossare e, soprattutto, ha il notevole costo di 1000 dollari circa. Tuttavia Alderman sostiene che il futuro del sesso virtuale in rete passerà di qui: “La tecnologia migliorerà, la tuta verrà miniaturizzata, i costi diminuiranno. Niente sostituirà mai del tutto il contatto fisico tra due corpi, ma gran parte di quello che definiamo sesso avviene nella mente e se possiamo rendere più reale l’eccitazione mentale saremo in grado di offrire un’esperienza sessuale estremamente intensa e stimolante”. “Oggi si possono fare cose, in rete, che difficilmente si potrebbero immaginare nella vita reale” aggiunge Brenda Brathwaite, una game designer e storica del sesso nei giochi. “Online potresti essere un martello e fare sesso con una tavola di legno se lo desideri. Se puoi costruirlo o animarlo, puoi farlo.”

Sarà, ma per il momento mi pare un po’ ridicolo starsene seduti in una stanzetta, davanti a un monitor, paludati in un pesantissimo scafandro che ci solletica i genitali, magari con microstimoli elettrici.

Ho cambiato idea: quest’anno, a Natale, regalatevi una serata con la donna che amate, non costa mille dollari (ve lo auguro almeno) e sicuramente è molto più appagante del farvi elettrificare da una tuta.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:
  • Nessun articolo correlato

3 Commenti

  1. Anima Gemella

    Pazzesco! Io preferisco gli stimoli veri e credo che prima di fare sesso virtuale forse bisognerebbe provare il sesso reale fino in fondo: più gratificante di sicuro!

  2. francesca

    Io un amico che a un casco che puo fare sesso con una persona in carneossa toccarlla e provare spoghi cm se la ragazza fosse a letto con lui

  3. francesca

    Io o un amico che a un casco virtuale per il sesso con la quale puo avere rapporti veri di sesso con la persona che vede vicino o fuori dice e lo visto godere mettendogli il vero pene dentro la figa cm e possibbile ma e la realta io lo probato e ci sn rimasta di stucco m mai nn lo conoscete voi questo casco risp per favore

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati