AMD-ATI presenta Stream e debutta in ambito GPGPU Computing

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

F

L’impiego della potenza elaborativa delle schede grafiche a fini diversi da quelli della renderizzazione in tempo reale di scene tridimensionali è un ambito relativamente nuovo, di cui si parla da alcuni anni, ma che ha iniziato a muovere i primi veri passi solo con il debutto della famiglia di prodotti NVIDIA basati sulla GPU G200. Ora anche AMD-ATI esordisce in questo nuovo segmento di mercato, presentando il brand Stream, che raggruppa tutta una serie di funzioni e soluzioni hardware e software che permettono di utilizzare le moderne GPU per l’esecuzione di calcoli negli ambiti più diversi.

Grazie all’accelerazione davvero enorme che lo sviluppo tecnico delle moderne GPU ha subito negli ultimi anni, queste hanno raggiunto livelli di complessità e di potenza di calcolo elevatissimi. Il parallelismo architetturale delle GPU, inoltre, le ha da sempre rese potenzialmente più adatte delle CPU per determinati tipi di calcolo. E’ andato così sempre più aumentando un interesse per le potenzialità del calcolo basato sui processori grafici, tramite l’esecuzione di codice appositamente sviluppato. Tale concetto ha preso man mano forma negli ultimi anni e GPGPU Computing (General Purpose computation using GPU) è il suo nome. NVIDIA in questo campo è stata pioniera, sviluppando una soluzione chiamata CUDA, acronimo di Computer Unified Device Architecture.

Ora, grazie alla famiglia di schede grafiche basate sulla GPU RV700, AMD-ATI ha a disposizione la potenza necessaria per impieghi di questo tipo ed ecco quindi esordire Stream. E’ noto infatti che, secondo la casa di Sunnyvale, il futuro vedrà una sempre maggior integrazione tra CPU e GPU, scenario in cui si inserisce l’altro progetto chiamato appunto Fusion, ancora in stato di sviluppo, che dovrebbe vedere una fusione reale tra processore e core grafico. Nel frattempo Stream rende possibile sgravare la CPU da carichi di lavoro impegnativi e non molto congeniali alla sua architettura attuale, permettendo quindi ad esempio di svolgere molto più rapidamente le operazioni di encoding e decoding video e audio, ma anche di effettuare le operazioni richieste dalla gestione di database e altri applicativi di tipo office e di accelerare il lavoro svolto con programmi per il design grafico, sia 2D che 3D, operazioni finora a carico della CPU. Il primo esempio è costituito dalla nuova suite di programmi per la grafica di Adobe, CS4, che ha debuttato da poco e che è in grado appunto di sfruttare le capacità di calcolo parallelo delle moderne schede grafiche; molti altri programmi con caratteristiche simili seguiranno a breve, come ad esempio il nuovo CyberLink PowerDirector Ultra 7, ma anche aziende come ArcSoft, Microsoft e altre ancora presenteranno aggiornamenti dei loro prodotti atti a sfruttare questa nuova possibilità.

Il 10 dicembre, col debutto dei driver ATI Catalyst 8.12, diventerà ufficialmente possibile sfruttare le funzioni raccolte sotto il brand Stream per tutti i possessori di schede grafiche della famiglia HD4000. Nella release sarà inoltre integrata anche una nuova versione dell’encoder video ATI AVIVO Converter, che, indirizzando alla GPU e non più alla CPU le istruzioni per l’esecuzione dei task ad esso correlati, sarà in grado di avvantaggiarsi della potenza di calcolo messa a disposizione dal processore grafico.
AMD-ATI infine ha annunciato che aggiornerà anche l’ATI Stream SDK (Software Development Kit). La nuova versione rende possibile agli sviluppatori scrivere un unico applicativo che può essere in seguito utilizzato su tutti i prodotti hardware dell’azienda californiana, senza bisogno di ricompilazioni e porting ad hoc.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati