Lively, il mondo virtuale secondo Google

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Google, come sanno ormai tutti, è il più grande motore di ricerca mondiale, in grado di raccogliere in sé un’enorme quantità di informazioni che, se ancora non rappresenta l’interezza del sapere mondiale, vi si avvicina molto. A Google non basta però contenere le informazioni mondiali e allora ecco esordire Lively, una nuova piattaforma di gioco on line, che porta Google al livello successivo: riprodurre il mondo stesso dentro di sé.

Dal punto di vista esclusivamente videoludico, Lively si propone come un classico gioco in stile Second Life: un mondo virtuale popolato da utenti che possono mettere in pratica in sostanza tutte le attività che si svolgono nella vita reale, più altre, possibili solo nella virtualità. La peculiarità di Lively però è quella di integrare in sé, sin dall’esordio, tutte le funzioni e i servizi della piattaforma Google, come GMail, Picasa o Google Video. In più offre la possibilità di integrare nel suo mondo virtuale anche servizi di terze parti molto famosi nel web, come YouTube e, presto, anche MySpace.

Ma come funziona tutto ciò? Anzitutto per ora può accedervi solo chi abbia Windows sul proprio PC. Si scarica un’applicazione di pochi mega, si installa, si esegue il login col proprio account GMail   ed ecco che si è pronti per iniziare la propria esperienza virtuale. Lively non è basato sulla riproduzione di spazi infiniti alla Second Life, ma somiglia più a mondi virtuali come Habbo Hotel o IMVU, con i quali condivide l’idea di fondo, ossia quella di organizzare l’esperienza all’interno di stanze, “chiuse” o in esterni, ma sempre di dimensioni limitate, in cui tutti i visitatori interagiscono tanto liberamente quanto predisposto dal proprietario della stanza stessa. Una sorta di social network interattivo e tridimensionale quindi, la traduzione visiva dell’esperienza tipica di chi frequenta MySpace, Facebook o Live Spaces. Ovviamente, come ogni gioco che propone un mondo virtuale, è possibile anche acquistare abiti per il proprio avatar o arredamenti per il proprio spazio, ma l’idea più interessante e potenzialmente vincente alla base di Lively è di farlo diventare totalmente integrato nei servizi web attualmente offerti dalla grande G. Nel gioco infatti, nonostante si possa cliccare su qualsiasi oggetto o personaggio, non è messa in primo piano la libertà totale di azione e di scelta: l’utente non può plasmare la propria “seconda vita” più di quanto permesso dai limiti che Google ha deciso. Si tratta invece più della fusione di gioco, tridimensionalità e funzioni web, integrati in un servizio unico, che potrebbe cambiare e “approfondire” l’esperienza multimediale di internet, trasformandola in vera esperienza virtuale.

Il nonno di Matrix se vogliamo, in cui la nostra interazione con informazione, contenuti, luoghi e persone prende forma e passa dal 2D del browser testuale o comunque di foto, mappe e filmati al tridimensionale del mondo virtuale. Da questo punto di vista la chiave di volta potrebbe essere rappresentata dal riuscire a integrare Lively all’interno del browser stesso, cosa che appunto non è riuscita a Second Life per via di alcuni limiti e problemi di natura tecnica e che ha impedito al gioco stesso di trasformarsi da avvenimento di interesse esclusivamente mediatico a vero fenomeno di massa. Per quanto sia infatti indubbiamente diffuso e conosciuto, Second Life non ha certamente prodotto quei risultati sociali, ma anche economici, che un po’ tutti predicevano o si auguravano. Ora l’idea del colosso di Mountain View potrebbe ancora una volta rivelarsi vincente, riuscendo a portarci tutti dentro il web, trasformando le semplici attività di informazione, intrattenitive e socializzanti che svolgiamo ormai tutti i giorni in una vera esperienza virtuale integrata.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati