Da LG uno schermo per la privacy dell’utenza business

Monitor e Tecnologie Video     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Chi per lavoro è spesso in viaggio con portatile al seguito, sa bene che spesso e volentieri si devono controllare dati privati nei posti più disparati… e affollati.

Facile assistere in queste situazioni, come ad esempio in treno o in attesa per l’imbarco in aeroporto, a contorsioni e atteggiamenti bizzarri dal malcapitato utente che cerca di non far leggere al vicino ciò che compare sul display del suo notebook. Purtroppo chi è costretto da necessità di lavoro non può semplicemente spengere il portatile o girare alla ricerca di un posto più appartato, l’esigenza spesso non può essere rimandata.

Per fortuna LG ha cercato una soluzione ed è riuscita a sviluppare una tecnologia che potrebbe fare la felicità di tutti quegli utenti business che sono spesso in viaggio per lavoro. Il sistema è chiamato VIC (Viewing-angle Image Control) e permette di ridurre a piacimento l’angolo di visione permesso dal display, impendendone di fatto l’osservazione a chi non è perfettamente seduto perpendicolarmente al centro dello schermo.

I primi pannelli a fare la comparsa sul mercato saranno caratterizzati da un angolo di visione di 175° sull’asse orizzontale ma, con un semplice gesto, sarà possibile ridurlo fino a 60°. Il vantaggio è notevole per chi necessita di privacy durante l’utilizzo del proprio notebook. Oltretutto questa tecnologia non è restrittiva, non si avrà un portatile con angoli di visione strettissimi che ne renderanno scomodo l’utilizzo anche nelle situazioni più “tranquille”, ma saranno in grado di sfruttare la loro modalità “ristretta” solo quando effettivamente necessario.

LG ha affermato che tramite il sistema VIC non vi saranno ripercussioni sulla qualità complessiva dei display, l’unico cambiamento rispetto ad uno schermo tradizionale sarà quello di poter impossibilitare la visione laterale tramite la semplice pressione di un bottone.

La produzione inizierà direttamente in questo mese, speriamo solo di poter vedere presto un notebook impiegante questa tecnologia, magari prima di Natale. Ovviamente non si sa quanto il processo produttivo di display VIC inciderà sul prezzo finale, ma bisogna considerare che in questo settore di mercato i prezzi sono un fattore secondario nella processo di scelta del modello da parte dell’utente. E’ da auspicare che questa non sia stata una scusa per LG, volta a non tenere i costi in debita considerazione, facendogli produrre una tecnologia che poi sarebbe di fatto inavvicinabile anche per l’utente prosumer che fosse interessato.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati