Prevenire una malattia con una lente a contatto? Forse è giunto il momento

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Da una ricerca condotta dal WHO (World Health Organization) è emerso che il glaucoma è la seconda causa di cecità in tutto mondo. Se la prima, i problemi di cataratta, può essere risolti chirurgicamente, altrettanto non è possibile con la cecità indotta dal glaucoma, per la quale non c’è una cura definitiva. Se diagnosticata e curata per tempo però, questa malattia può essere arrestata con successo. Tuttavia generalmente la diagnosi avviene troppo tardi per risolvere il problema, ormai giunto in uno stadio in cui può essere al massimo stabilizzato.

Tingrui Pan, professione di ingegneria biomedica, assieme al suo collega ricercatore Hailin Cong, hanno trovato una strana ma ingegnosa soluzione per risolvere il problema diagnostico ed assicurare ai pazienti cure tempestive.

Partendo da ricerche condotte sul polydimethylsiloxane (PDMS), un polimero organico molto utilizzato nel campo della medicina, hanno trovato il modo di “stamparci” letteralmente sopra della polvere d’argento con estrema precisione, tanto da trasformare il motivo creato in una serie di condotti elettrici. La cosa particolare però, è che il sistema adottato dai due progettisti è in grado di plasmare la lastra di PDMS in una lente a contatto, trasformandola in un vero e proprio sensore in grado di monitorare costantemente la pressione dell’occhio di chi lo indossa, quindi utilizzabile per accorgersi immediatamente dell’insorgere del glaucoma.

Glaucoma contact lenses

Oltretutto, comunicando costantemente con un computer, questa lente sarà in grado di fornire preziose informazioni per i ricercatori che studiano questa malattia. I due ricercatori sperano comunque di cominciare a breve le sessioni di prova con pazienti in carne ed ossa, già richieste ed in attesa di approvazione.

Il vantaggio per i pazienti è notevole, non dovendo più andare dall’oculista per misurare la pressione sanguigna intraoculare, avendo un sensore indosso che svolge questo compito 24 ore su 24. Si spera di poter vedere realizzato nel più breve tempo possibile questo utile progetto in cui la tecnologia è impiegata per qualcosa di utile e non come fine a se stessa, come troppo spesso accade.

Fonte: MedGadget

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. panic

    Thanks for sharing your thoughts. I truly appreciate your efforts and I will be waiting for your next
    post thanks once again.

  2. Johnf611

    I’m seeking weblogs which all have fantastic guidance on what’s popular and specifically what the top rated makeup is.. aeaedddfebgg

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati