Panasonic vince la sfida al Micro 4/3, a breve la G1

Fotografia     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

La notizia era già nell’aria da qualche tempo, Olympus e Panasonic erano in gara per proporre sul mercato la prima fotocamera compatta in formato Micro 4/3.

Micro 4/3

Il nuovo standard Micro 4/3 permette notevoli riduzioni di peso e dimensioni oltre che un prezzo di realizzazione davvero interessante per gli utenti. Come il suo predecessore, è in grado di utilizzare lenti di qualsiasi produttore, dato che la fotocamera è dotata di un attacco standard. Ma non è certo l’unico vantaggio. Miglior resa nelle focali grandangolari, obiettivi più luminosi anche di due diaframmi rispetto alle reflex 35mm, significativa diminuzione dei fenomeni di vignettatura, fanno dello standard 4/3, un formato molto interessante per il futuro della fotografia digitale. Non bisogna dimenticare che è anche uno standard aperto! (e quindi non legato ad un marchio in particolare)

Micro 4/3

Col Micro 4/3 vengono mantenuti tutti i pregi del vecchio formato, così come la piena retrocompatibilità (tramite adattatori), abbattendo le dimensioni ed il peso sia della fotocamera che delle lenti, rimuovendo il complesso sistema di specchi che caratterizza gli altri modelli.

La gara al primo produttore in grado di far uscire il suo modello sul mercato è stata vinta da Panasonic con la Lumix G1, che uscità a fine ottobre.

Panasonic Lumix G1

Il sensore di 18 x 13.5mm da 12,1 Mpixel è abbinato ad un mirino Live (niente pentaspecchio o pentaprisma) collegato ad esso, con la possibilità di utilizzare anche un sistema LiveView esterno di tipo flip-out, da 3” ad alta risoluzione.

La fotocamera pesa solo 385g ed è spessa la bellezza di 20mm. Non per questo mancano funzioni degne di una reflex tradizionale come lo stabilizzatore ottico incorporato (MEGA OIS), un sistema automatico per la sensibilità ISO, tracking dell’autofocus, riconoscimento dei volti, uscita HDMI, processore di immagini Venus Engine HD e sistema di pulizia Supersonic Wave Filter per la rimozione della polvere.

Panasonic Lumix G1

Panasonic Lumix G1

Disponibile in vari colori, con possibilità di acquisto con differenti obiettivi in bundle, la G1 dovrebbe costare circa 750$ solo corpo macchina alla sua uscita in Giappone, oppure 1.200$ per la versione dotata di Lumix G Vario 45-200mm F4-5.6 MEGA OIS.

Le classiche reflex possono dormire sonni tranquilli, non avendo specchi in effetti la G1 non può neanche essere annoverata tra di esse, ma il suo obbiettivo non è contrastare tale fascia di mercato. E’ più una via di mezzo tra una compatta e una reflex, abbinando le dimensioni delle prime alle qualità delle DSLR. Probabilmente quindi genererà una nuova nicchia di mercato, non minacciando direttamente nessuna delle due categorie su menzionate, resta da vedere se il prezzo sarà considerato adeguato a posizionarla adeguatamente tra l’utenza. Gli esperti di fotografia in giro per il mondo ne hanno parlato come una delle novità più interessanti degli ultimi anni, ora la parola passa ai consumatori.

Panasonic Lumix G1

Fonte: Engadget

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati