Canon presenta la nuova EOS 5D Mark II, full-frame per professionisti

Fotografia     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Dopo la D700 di Nikon, ci si aspettava una risposta pronta ed efficace dall’acerrimo rivale, una macchina altrettanto portentosa e soprattutto un full-frame economico (certo, sempre relativamente). Canon invece non soddisfa molto l’utenza, proponendo invece una nuova versione della 5D, la sua full-frame professionale, ora dotata di feature non proprio rivoluzionarie per una fotocamera di tale fascia.

Si parte dalla possibilità di registrare video a 1080p alla velocità di 30 frame al secondo, cosa che sicuramente al pubblico della 5D non farà impazzire di gioia, mentre avrebbe potuto interessare ad una fascia entry-level come quella della 450D e simili.

Il sensore diventa da 21,1 Mpixel, anche qui, forse troppi che, se non abbinati ad un sensore più che buono, causerebbero problemi rilevanti di rumore nell’immagine, specie alle alte ISO. Proprio quest’ultime arrivano fino a 6400, estendibili comunque a 25.600. Chi ha provato in anteprima la 5DMkII assicura però che il sensore dovrebbe essere molto simile a quello impiegato sulla punta di diamante di casa Canon, la 1Ds MkIII, quindi di ottima qualità e che dovrebbe assicurare una resa migliore della vecchia 5D sulle alte ISO.

L’ultima grande novità risiede nel LiveView con risoluzione VGA di 3”, utile in certe situazioni come la macrofotografia o per gli scatti in situazioni dove la macchina non può essere posizionata comodamente davanti agli occhi, di certo non è un accessorio che però può far prendere una decisione ad un professionista, anche stavolta più apprezzabile in fotocamere di fascia più bassa. Se non altro il LiveView è dotato di ben 900.000 punti di risoluzione e, a detta di Canon, è visibile anche con angolazioni di 170° ed in condizioni di forte luce diretta, grazie al sistema automatico di regolazione della luminosità.

Le altre novità rispetto al modello precedente, meno pubblicizzate ma forse più interessanti sono:

  • Sensore anti-polvere basato sulla vibrazione del filtro
  • ISO automatiche da 100 a 3200 in tutte le modalità eccetto quella manuale
  • Raffica da 3,9 fps
  • Processore di immagini DIGIC 4, con interfaccia e menù rinnovati (presente già sulla 50D)
  • Quattro livelli di ottimizzazione della luce e della riduzione del rumore ad alte ISO
  • Supporto alla opzione di priorità alle tonalità chiare
  • Correzione della vignettatura
  • Selezione separata della qualità JPEG e RAW
  • Indicazione permanente della sensibilità ISO sia sul mirino che sul display superiore
  • Aggiustamento dell’AF in base alle lenti (con un massimo di 20 impostazioni diverse)
  • Tre modalità Custom di scatto, Creative Auto
  • Supporto dei metadati per copyright delle immagini
  • Mirino ottico con copertura del 98% (ingrandimento di 0.71x)
  • Tre modalità di AF per il LiveView, inclusa quella Face Detection
  • Due modalità di scatto silenzioso per l’utilizzo con LiveView
  • Nuove opzioni di scorrimento in modalità riproduzione foto
  • Uscite HDMI (non supporta l’audio però) e video composito
  • Supporto audio con microfono e speaker integrati
  • Supporto alle CompactFlash UDMA
  • Nuova batteria da 1800 mAH, con informazioni aggiuntive e logging dello stato
  • Supporto al nuovo battery grip (opzionale) WFT-E4
  • Resistente all’acqua (10mm di pioggia in 3 minuti)

Esteticamente molto simile alla vecchia 5D, non introduce cambiamenti tali da giustificarne il passaggio per i vecchi possessori della full-frame professionale di Canon. Non che non sia una ottima fotocamera, ma non è quello che la stragrande maggioranza dei clienti Canon si aspettava, dopo le ultime novità interessanti in casa Nikon, con le sue D700 e D90, due macchine molto azzeccate per feature offerte in base alla loro fascia di utenza, molti avrebbero preferito vedere qualcosa di simile e non un aggiornamento per una macchina Pro.

E’ pur vero che erano state appena proposte la 50D (semi-pro) e la 1000D (entry-level), ma la prima non ha fatto impazzire per le poche innovazioni aggiunte alla precedente 40D, mentre la 1000D è di poco inferiore alla 450D, pur costando quasi la stessa cifra. Al momento quindi i fan di Canon non hanno nuovi modelli da desiderare sotto l’albero per Natale, le ultime uscite non sono state in grado di soddisfare le aspettative. Vedremo se con la 5DMkII si invertirà la tendenza, anche se, per ora, i giudizi dei professionisti sono stati piuttosto freddi, considerate le poche novità aggiunte, delle quali oltretutto quelle più radicali si rivelano poco interessanti per il pubblico professionale a cui è rivolta.

La Canon EOS 5D Mark II verrà venduta solo corpo al prezzo di 2.499€, oppure in kit con l’EF 24-105 L a 3.299€.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

4 Commenti

  1. alessandro

    Bhe, a qualcuno le novità possono apparire poche, ma non mi sembra poco aver proposto un corpo macchina da soli 2500 euro che come qualità d’immagine bastona pure la 1Ds MKIII da 7.000 euro, che è ancora la punta di diamante del listino Canon.
    Cioè… in pratica, chi aveva bisogno di quella qualità di immagine, ora può risparmiare 5.000 euro e portarsela a casa. C’è voluto questo per fare concorrenza a Nikon e Sony, e non mi sembra affatto poco, dal punto di vista di un utente!

    Mettergli anche il sistema di autofocus avanzato della 1Ds MKIII e darle la stessa velocità nelle raffiche, sarebbe stato un colpo suicida e un autentico smacco per i clienti canon che hanno investito tutti quei soldi nella 1Ds MKIII, un autentico autogoal di canon che a partire da oggi non ne avrebbe vendute piu (e comunque sono abbastanza sicuro che questa estrema somiglianza tra le due, andrà a rosicchiare non poche quote di mercato alla 1Ds MK III. specialmente per l’uso in studio)

    Tutto questo IMHO, ovviamente…

  2. maurizio

    da quel che ho capito non ha un secondo slot (per un profesionista non è una sicurezza)

  3. alessandro

    vero, ma è una semi-pro, non un corpo professionale, e infatti il basso prezzo la colloca nel segmento di mercato degli amatori.
    Alcune caratteristiche sono state volutamente sacrificate per fare in modo da non pestare i piedi al segmento professionale del mercato.
    Del resto pure la precedente 5D aveva compiuto esattamente le stesse scelte ;)

    Se un professionista decide di servirsene, deve farlo necessariamente sapendo che lo scotto da pagare per il basso prezzo è appunto una qualità da corpo amatoriale (tropicalizzazione non all’altezza delle flagship, mancanza del doppio slot, sistema autofocus di minore qualità, vita media della meccanica misurata in “soli” 150.000 scatti a fonte dei ben 300.000 della linea professionale ecc….ecc….).

  4. Joe Strummer

    Ma chi è che ha fatto questa recensione?
    Chi l’ha detto che l’opzione video non fa gola?
    Basta andare a vedere i dati di pre-vendita per capire che non è cosi…..
    La qualità del video della 5D (Full-HD Progressive a 30 frame al secondo) è strepitosa visto anche la grandezza del sensore e non c’è nel mercato attuale nessuna videocamera al di sotto del 10.000 euro che la possa eguagliare.
    Vogliamo parlare poi della qualità delle foto? D-3? D-700? Ma per favore.
    La d700 nikon ( 12 Mpx contro i 21 dell 5D II) che produce foto similari alla vecchia 5D viene venduta praticamente allo stesso prezzo di questa, e non ha neanche il video.
    Tra l’altro una nota un po stonata della vecchia 5D, cioè l’autofocus, è stato migliorato con l’introduzione del Digic 4 in combinazione con un nuovo sensore AF che supera le vecchie incertezze che aveva prima in situazioni di bassa luminosità.
    Per il resto sono completamente d’accordo con Alessandro.
    Se oggi dovessi comprare una FF e avessi 2000 euro a disposizione non avrei neanche un dubbio a proposito.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati