Stix, presto un Wiimote anche per PC

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

La tecnologia di riconoscimento del movimento, introdotta in ambito domestico con la console Nintendo Wii, ha decretato il successo di questa piattaforma da gioco oltre ogni aspettativa. Il sistema infatti ha portato una ventata d’aria fresca nel mondo delle console che, a parte i vari miglioramenti legati alla grafica ed alla spettacolarità complessiva dei giochi, non vedevano una seria innovazione nel gameplay ormai da molto tempo.

Un prodotto il Wii che ha saputo combattere con i suoi avversari, rispondendo alla grafica di ultima generazione, con giochi semplici ma dotati di grandi capacità di coinvolgimento, il tutto grazie appunto all’introduzione dei telecomandi Wiimote.

Questa tecnologia però sta pian piano uscendo dall’ambito esclusivamente ludico e si sta facendo strada anche in certi esemplari di lettori ottici stand-alone e TV di nuova concezione. Ma la novità di cui parliamo oggi è l’introduzione di questa soluzione anche sui PC.

Si tratta di Stix, in tutto e per tutto simile al classico Wiimote della Nintendo, permetterà infatti di utilizzare il motion sensing anche sui normali computer di casa.

Stix sarà disponibile ad Agosto in tre versioni: 100, 200 e 400. Mentre del modello di fascia più bassa, ossia il 100, non si sa quasi nulla, è certo che la differenza tra il 200 ed il 400 sta nel fatto che quest’ultimo sarà capace di gestire movimenti in tre dimensioni invece che due e potrà accedere ad un parco giochi più ampio su internet.

Vale la pena soffermarci su quest’ultimo punto. Gli Stix infatti non permettono di essere usati coi classici giochi commerciali che troviamo sugli scaffali dei negozi (alcune indiscrezioni parlano della possibilità che invece con il 400 ci siano buone speranze invece), ma sono pensati per sfruttare una serie di giochi online messi a disposizione dalla stessa casa produttrice. In questo modo la sfida si sposta su scala globale, permettendo di giocare non solo contro avversari fisici presenti davanti al proprio monitor, ma di cimentarsi anche con persone sparse in tutto il mondo.

Come per il collega della Nintendo, anche Stix punta su giochi piuttosto semplici ma che permettono un grande coinvolgimento dell’utente e, cosa molto gradita, sono assolutamente gratuiti per chi decida di acquistare questo controller. Praticamente al solo prezzo dello Stix viene data la possibilità di accedere a molti giochi online senza il bisogno di acquistare altro per il proprio divertimento. Ogni modello permette un quantitativo di giochi incrementale, così se con il 100 se ne potranno giocare solo alcuni, con il 400 si godrà della piena esperienza del parco software messo a disposizione dalla casa.

Si spera poi che le voci vengano confermate, e con il modello 400 sia veramente possibile utilizzare questo controller con i comuni giochi a cui siamo abituati. Questo renderebbe questa periferica molto più interessante per il gamer domestico abituato ai classici giochi per PC.

Per quanto riguarda le effettive caratteristiche tecniche, purtroppo ancora non è dato conoscere nulla, non è possibile quindi farsi un’idea dell’effettiva bontà di questa periferica che, almeno stando a quanto ci è dato sapere, sembra un prodotto che potrebbe replicare una parte di quel successo avuto con il Wii nel mondo dei personal computer.

Per chi fosse interessato non resta che attendere il mese prossimo, quando si potranno valutare oggettivamente le capacità dello Stix, sperando che non tradisca le aspettative.

Fonte: Sphere GoLive2

di Federico Piccirilli

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati