Sicurezza stradale parte 2: Toshiba annuncia gli specchietti intelligenti

Auto     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Non solo dispositivi di visione notturna e riconoscimento degli ostacoli, la sicurezza stradale è un problema molto sentito ultimamente e anche Toshiba propone la sua parziale soluzione.



Presentata all’Automotive Engineering Exposition 2008, questa tecnologia permette di rimpiazzare gli specchietti laterali con due telecamere collegate ad altrettanti display posti dentro l’abitacolo, e fin qui nulla di nuovo.
La vera novità è che questo sistema è in grado di calcolare in tempo reale la distanza di ogni altro veicolo che si avvicina a quello su cui è installato, evidenziandolo con una linea sul display, di colore diverso a seconda della distanza effettiva.

Il cuore di questa tecnologia è il chip “Visconti”, un processore LSI per il riconoscimento delle immagini, già visto su altri prototipi e montato recentemente sulla Honda Legend come soluzione per la visione notturna.
Abbinato ad esso, su una singola scheda, troviamo il chipset “Cydrone II”, un FPGA a basso costo sviluppato da Altera Corp, utilizzato per visualizzare le immagini provenienti dal Visconti sui due monitor LCD dalla risoluzione di 640 x 480 pixel.

Gli specchietti intelligenti di Toshiba a quanto pare verranno presto realizzati per alcuni modelli di auto (ancora non è dato sapere quali) e, anche se il costo di tale soluzione è ancora un’incognita, se riuscissero ad avere una buona distribuzione, probabilmente si riuscirebbe ad ammortizzare i costi di progettazione in un periodo piuttosto breve.

L’utilità di questo sistema è indubbia. I classici specchietti soffrono da sempre del problema che gli oggetti vengono distorti e le relative distanze dall’auto sono difficili da valutare correttamente, specie quando ci si trova in situazioni in cui non ci si può distrarre troppo per spostare lo sguardo togliendolo dalla strada che si ha davanti. Con il sistema di Toshiba non c’è invece bisogno di girarsi, dato che i display potrebbero anche essere inseriti direttamente nella plancia dell’auto e oltretutto basta un’occhiata fugace per rendersi conto della distanza effettiva degli altri veicoli sulla strada, essendo indicata chiaramente dal sistema di linee a colore progressivo sovrapposte all’immagine.

Un’altra soluzione che speriamo si diffonda presto su tutte le auto, in grado di evitare alcuni dei classici inconvenienti che sono causa di incidenti spesso dalle drammatiche conseguenze. I passi avanti che si stanno facendo per arginare queste lacune sono notevoli, speriamo solo che non rimangano degli esercizi stilistici e che trovino un applicazione pratica a breve termine e non solo su modelli extra-lusso a diffusione pressoché nulla.

Fonte: TechOn

di Federico Piccirilli

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:
  • Nessun articolo correlato

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati