200 petaflops per il computer più potente del mondo

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Un supercomputer con 20 milioni di processori in grado di eseguire calcoli a 200 petaflops, non è un sogno ma il progetto che sta sostenendo l’Università di Berkeley.



Apriamo una breve parentesi per chi si sta chiedendo che cosa voglia dire questo numero.
Un Flop (FLoating point Operations Per Second) è un unità per indicare quanti calcoli in virgola mobile riesce a fare un dato computer in un secondo, quindi un petaflop sono 10 alla 15esima potenza flop, per fare un confronto calcoliamo che un quad-core domestico arriva intorno ai 30 gigaflops.

Basato su architettura Tensilica RISC (Reduced Instruction Set Computer) e dal consumo di 4 MW, sebbene possa sembrare un numero folle ad un utente abituato al suo computer domestico, si tratta di un consumo estremamente ridotto vista la mole di macchine che dovrà essere alimentata. Se infatti calcoliamo il consumo di un moderno supercomputer basato su architetture standard che raggiungesse la stessa potenza di calcolo, siamo nell’ordine dei 200 MW con un costo di circa un miliardo di dollari, ecco che 4 MW e un costo stimato di 75 milioni di dollari non fanno più così tanta impressione, anzi sembra piuttosto “economico”.

La potenza di picco sarà quindi di 200 petaflops ma a regime normale non dovrebbe superare di molto i 10, sempre meglio dell’attuale top di categoria che raggiunge “solo” i 596 teraflops nell’uso standard.

Per chi pensa che i supercomputer utilizzino degli altrettanto fantascientifici processori, forse rimarranno delusi dato che, per contenere costi e consumi, in genere sono adottati processori dedicati dalla potenza singola piuttosto esigua ma studiati in modo che possano lavorare in comune per raggiungere quelle fantomatiche potenza di calcolo.

Per quanto riguarda questo modello si sa ancora poco ma dovrebbe impiegare processori RISC Xtensa LX sviluppati da Tensilica con processo da 90 a 130 nm ed una velocità dai 150 ai 450 MHz ciascuno. Questo tipo di processore consuma meno di 0,1 mW per MHz e nella peggiore delle ipotesi si avrebbe un consumo unitario di 45 mW.

Se e quando riuscirà a vedere la luce, questo progetto sarà il computer più potente mai costruito e verrà dedicato allo studio delle variazioni e previsioni climatiche su scala globale. Secondo i ricercatori dovrebbe poter simulare modelli della grandezza reale di 1 km, che in teoria apporterebbero enormi benefici allo studio del clima.

Praticamente sarà un supercomputer dedicato ad uno studio particolare, in linea con i suoi predecessori recenti dato che ormai si è abbandonata l’idea di creare un modello all-around in grado di fare un po’ di tutto.
Chi sognava già di fare un salto a Berkeley e implorare di farselo prestare per una partita decente a Crysis rimarrà perciò estremamente deluso, ma se volete sapere che tempo farà il prossimo weekend al mare…

Fonte: Tgdaily

di Federico Piccirilli

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:
  • Nessun articolo correlato

Un commento

  1. Harry

    La corsa alla risoluzione spntia rende necessario dotare i dispositivi mobili di processori grafici all’altezza. Il Retina Display di iPhone 5 e i 260 dpi di iPad 2 renderanno necessario l’uso di una GPU dual core. Secondo varie fonti sembra che la GPU sare0 il SGX543 di Imagination Technologies. La conferma e8 arrivata da iOS 4.3 che contiene i driver per questo processore grafico. La scelta potrebbe essere stata fatta per i vantaggi di questo chip, in particolare per il fatto che e8 possibile affiancare due, quattro, otto e addirittura 16 chip senza dover modificare i driver o il software. [...] Leggi l’articolo completo su iPhone iPod iPad

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati